Profumo di cannella: Kanelbullar…a modo mio

by adminelena

Il profumo di cannella mi scalda il cuore.
Quando iniziano i primi freddi è una delle spezie che non mancano mai in cucina.
Dal porridge del mattino al riso speziato fino ai dolci, il suo sapore avvolgente accompagna molti dei miei piatti.

Anche il Nord Europa mi riscalda: lì posso trovare panorami mozzafiato o una natura che invita all’incontro intimo con me stessa, città che fluttuano fra tradizione e modernità oppure piccole località tranquille in riva a un fiordo o a un lago.

Quando viaggio è importante per me avvicinarmi anche al cibo e ai sapori di un luogo.
Il cibo è cultura, esprime l’identità di un popolo e del territorio in cui vive. E’ un modo immediato per comunicare.

Oggi andiamo in Svezia e, davanti a una tazza di caffè fumante accompagnata da un kanelbullar, ti racconto come preparo questi profumati dolci alla cannella.
Mi diverto a rielaborare le ricette, cambiando un pò gli ingredienti, ma senza modificare troppo il risultato finale.
Provo a farne una variante “da naturopata” diciamo così….ma oltre alla mia versione condividerò anche la ricetta originale.
Partiamo!

KANELBULLAR “MY WAY”

Ingredienti
Per la pasta:
25 gr. di lievito di birra fresco
75 gr. di olio di girasole (o vinacciolo)
250 gr di bevanda vegetale (io utilizzo la soia, che preparo in casa)
50 gr. di malto di riso
Un pizzico di sale
420 gr. di farina semintegrale + un paio di cucchiai di farina “0” per rendere l’impasto compatto durante la lavorazione

Per il ripieno:
75 gr. di burro ghee (burro chiarificato, che si può preparare in casa o acquistare) oppure olio di girasole o vinacciolo
80 gr. di zucchero mascobado (integrale)
2 cucchiai di cannella

Per la guarnizione finale:
1 uovo sbattuto
Mezzo cucchiaio di zucchero e mezzo di cannella mescolati insieme

Procedimento:
Per prima cosa sbriciolo il lievito di birra e lo sciolgo in un pò di bevanda di soia tiepida. Aggiungo il resto della bevanda, l’olio e, mescolando bene, la farina, un pizzico di sale e il malto di riso.
Mescolo tutti gli ingredienti fino a creare un impasto morbidissimo ma compatto e che non si appiccica alle mani.
Lo lascio lievitare per mezz’ora coperto da un canovaccio.
E’ il momento di accendere il forno e portarlo a 200 gradi.
A questo punto stendo l’impasto con un mattarello, creando un rettangolo con uno spessore di circa mezzo centimetro.
Inizio a spennellare l’impasto con olio o con il burro ghee e poi cospargo tutta la superficie con il mix di zucchero e cannella.
Ora inizio ad arrotolare l’impasto. A operazione completata, taglio le girelle con uno spessore di circa 2 cm, le appoggio su una teglia ricoperta di carta da forno e le lascio riposare per mezz’ora coperte da un canovaccio.
Infine spennello con l’uovo sbattuto la superficie delle girelle e le cospargo con il mix di zucchero e cannella.
Le metto a cuocere in forno a 200 gradi per circa 7 minuti (dovranno essere leggermente dorate).
E la casa si riempie di un dolce profumo…..

KANELBULLAR – RICETTA ORIGINALE

Per la pasta:
25 gr. di lievito di birra
75 gr. di burro fuso (a bassa temperatura)
250 gr. di latte tiepido
40 gr. di zucchero semolato
1 cucchiaino di sale
420 gr. di farina 00

Per il ripieno:
75 gr. di burro fuso (a bassa temperatura)
80 gr. di zucchero semolato
2 cucchiai di cannella

Per la guarnizione:
1 uovo sbattuto
Zucchero in granella

Il procedimento è lo stesso. E’ importante fare attenzione quando si uniscono il latte e il burro affinché siano entrambi tiepidi, altrimenti si crea una massa compatta difficile da lavorare.

LA CANNELLA E LE SUE PROPRIETA’

Due parole sulle proprietà della cannella, una spezia molto utilizzata in cucina ma dalle spiccate virtù terapeutiche.
Oltre alla ricchezza in minerali (ferro, calcio, potassio, zinco, fosforo, manganese) è conosciuta per il suo effetto riscaldante e benefico in caso di raffreddori e influenze.
Ha un elevato potere antiossidante (contrasta l’invecchiamento cellulare), è benefica per lo stomaco e la digestione e contribuisce a regolare i picchi di glicemia nel sangue.

Secondo la dietetica cinese il suo sapore dolce e piccante ne fa un alimento benefico per Rene, Milza, Cuore e Fegato.
Il suo effetto riscaldante e tonificante aiuta a disperdere il freddo e l’umidità e ad alleviare i dolori di muscoli e articolazioni.

La cannella è originaria dello Sri Lanka (Cinnamomum Zeylanicum) nella sua varietà più pregiata, dal colore più chiaro, oppure dalla Cina (Cinnamomum Cassia) dal colore più scuro e dal sapore più pungente, meno pregiata a costosa.
Si ricava dalla corteccia essiccata dei piccoli ramoscelli della pianta (cannelli) e si trova in commercio sia in polvere che sotto forma di cannelli, che si possono sbriciolare prima dell’utilizzo.

Buon appetito!

Comments

comments

Share this article

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.