MEDICINA TRADIZIONALE CINESE E SHIATSU

La Medicina Tradizionale Cinese mi ha affascinata sin dal nostro primo incontro.
I miei docenti della scuola di Naturopatia mi hanno trasmesso tutta la loro passione per questa visione del Mondo e dell’Essere Umano, contribuendo così ad aprirmi a questo percorso.
Ho continuato la mia formazione alla scuola professionale “Shiatsu Xin” di Franco Bottalo, che fa dello studio di questa materia un suo punto di forza, approfondendo le mie conoscenze con la possibilità di applicarle in pratica durante i trattamenti.
Questa visione ha piano piano abbracciato tutti gli aspetti della mia vita, dall’alimentazione alla mia visione del benessere, inteso come “stare bene” prima di tutto con se stessi e poi con l’ambiente in cui viviamo.
Applico i principi della MTC in tutti i percorsi che propongo, individuali o di gruppo, integrandoli con i rimedi e i principi  della tradizione occidentale, che comunque è quella dove sono nata, cresciuta e mi sono formata.

yin-and-yang-1947878_1280
salad-2819799_1280

ALIMENTAZIONE E NUTRIMENTO

Quando si parla di cibo si tocca sempre un argomento delicato, che coinvolge il corpo e la mente ma anche convinzioni, abitudini, tradizioni, legami affettivi e rapporti sociali.
Per questo motivo non amo parlare di cibo solo dal punto di vista puramente chimico e nutrizionale. Non contemplo la parola “dieta”, sia perché la mia figura professionale non lo prevede, sia perché spesso le diete non si occupano dell’aspetto più emotivo legato al cibo.
Preferisco parlare di “nutrimento” inteso come forza che il cibo ci dà a livello globale.
In questo modo, nei percorsi che propongo, l’alimentazione è sempre presente.
E’ importante conoscere il cibo e gli effetti che produce nel nostro corpo, sperimentare nuovi cibi e nuovi sapori, instaurare con il cibo un rapporto basato su equilibri che interessano le nostre necessità a livello fisico, di gusto, di soddisfazione personale senza trascurare che quando mangiamo nutriamo anche la psiche e le emozioni e, perché no, anche la nostra parte più spirituale.
Imparare a comprendere quali sono le nostre necessità al di là delle regole ci rende più liberi e consapevoli.

FLORITERAPIA DI BACH

Occuparsi del malato e non della malattia.
E’ questo il principio che ha spinto il Dott. Bach nella sua ricerca e preparazione dei rimedi floreali.
Ogni fiore ha un carattere, così come ogni essere vivente, e entra in risonanza con chi vibra sulle sue stesse corde offrendo così il suo aiuto.
La floriterapia è una disciplina ampiamente indagata e sperimentata da molti terapeuti che la utilizzano con successo nel loro lavoro.
Personalmente la utilizzo da anni, credo di poter dire che ho iniziato il mio percorso di naturopata con questi rimedi, li amo profondamente e ne ho sempre tratto buoni risultati.
I Fiori di Bach non sono da utilizzarsi, a mio parere, solo come rimedi legati a un sintomo, ma possono essere inseriti in un percorso di crescita personale per il quale costituiscono un sostegno importante.
(nella foto: la casa del Dott. Edward Bach a Mount Vernon)

Bach
feng-shui-1927585_1280

PERCORSI DI BENESSERE

Il lavoro che mi propongo di fare è quello di attingere alla sapienza Orientale e integrarla con la sapienza Occidentale, un linguaggio quest’ultimo a noi più affine e di più facile comprensione.
Da questo approccio nascono i percorsi che propongo, dalla detossinazione, alla menopausa, alla floriterapia, al riequilibrio alimentare.
I percorsi sono spesso di gruppo, a volte in collaborazione con altri professionisti, in particolare con insegnanti di Yoga, disciplina che io stessa ho iniziato a praticare nel 1999.
Questo perché ritengo che un percorso debba offrire una visione da più punti di vista e soprattutto permettere a chi partecipa di acquisire non solo informazioni ma soluzioni pratiche da applicare nel quotidiano.
Amo molto il gruppo perché ci si sostiene a vicenda, soprattutto nei momenti di difficoltà e nella ricerca delle proprie personali soluzioni, aiutati dall’esperienza di tutti i partecipanti.
Il confronto con se stessi si alterna alla condivisione e questo rende il cammino più leggero.

ULTIMO, MA NON ULTIMO, IL VIAGGIO....

Dal 2016 ho deciso di dedicare parte del mio lavoro alla professione di Consulente di Viaggio.
Pur non essendo una novità per me lavorare in campo turistico (in gioventù sono stata accompagnatrice turistica), ho riflettuto a lungo su questa possibilità, per poterla integrare in modo armonico nel mio lavoro, affinché non costituisse un elemento a sé stante ma piuttosto un tassello importante del puzzle.
Ho deciso quindi di specializzarmi in alcune tipologie di viaggio che sono in sintonia con il resto del mio lavoro e del mio modo di intendere il viaggio.
Mi rivolgo alle persone che vivono il viaggio come scoperta e come esperienza, che prediligono il contatto con la natura e con visioni diverse della vita, che non hanno paura di lasciare a casa l’abitudine e aprirsi all’ignoto.
Questo è per me il viaggio e il tempo che dedico a questo lavoro voglio che sia un tempo nutriente, sia per me che lo svolgo sia per chi ne vorrà beneficiare.
Potrai seguirmi attraverso questo blog, sul mio sito e sui social, dove condivido la mia visione di viaggio nelle destinazioni in cui mi sono specializzata, anche se non mi sottraggo, se lo ritengo necessario, a confrontarmi con nuovi itinerari che non ho mai affrontato prima.

globe-trotter-1828079_1280